Olio Extra Vergine d'Oliva

Olio Extra Vergine d'Oliva

certificazione



Login With Facebook

Il tuo carrello

 x 
Carrello vuoto
Ambiente


Nuova fauna per la masseria

La masseria riserva ogni tanto nuove sorprese. L'estate del 2012, per la prima volta da quando è iniziato il recupero della vecchia azienda agricola di famiglia, mi è capitato di osservare tre nuove specie aviarie.

Little Owl Norfolk

Una bella famiglia di civette si è insediata nel boschetto presente in cima alla masseria. Mi è capitato di incontrare i piccoli più volte, alla sera, risalendo la strada bianca che taglia a metà la parte superiore della collina. Le luci dell'auto le immobilizzavano ed io aspettavo che liberassero la strada.

Tyto alba 1 Luc Viatour

Durante una delle giornate lavorative nell'uliveto, trinciando i residui della potatura degli ulivi nel tardo pomeriggio estivo, è avvvenuto il secondo dei nuovi avvistamenti. Il cingolato Fiat 60/75 è stato affiancato da uno splendido, lucido esemplare di Barbagianni, che si era tuffato sulla sua preda incurante della mia vicinanza. E' però fuggito quasi immediatamente, dopo aver girato la testa per valutare la mia reazione di stupore. 

Upupa epops 1 Luc Viatour

In un primo pomeriggio della seconda settimana di settembre, il terzo avvistamento è stato quello di un upupa, il pappagallo nostrano "solarizzato" da Montale.   

Quando succedono, queste cose aiutano a sopportare meglio la fatica necessaria a produrre l'olio e rinforzano le convinzioni sulla scelta della salguardia dell'ambiente e del metodo di produzione biologico. 

 
Il rispetto della flora e della fauna

famiglia di cinghiali

Nella gestione del territorio cerchiamo di salvaguardare, compatibilmente con le coltivazioni, la flora e la fauna spontanea presente. 

Questo fa si che, oltre alla presenza di una zona incolta, o a basso impatto, di circa il  25% della superficie aziendale, nella gestione della coltivazione si scelgano soluzioni di lavorazione di minimo impatto. Ad esempio, abbiamo scelto di non bruciare i residui della popatura degli olivi, ma di trinciarli e di interrarli succesivamente con l'obiettivo di restituire al terreno sostanza organica e minerale e di favorire la presenza e la varieta degli insetti fitofaghi per salvaguardare l'equilibrio dell'oliveto. Nella gestione del terreno, inoltre, alterniamo annualmente la trinciatura con il sovescio delle spontanea con l'obiettivo di manetenere ricca la "banca" dei semi di leguminose (in particolare la Sulla) che cresce spontanea nell'azienda e che è iin grado di apportare sostanze azotate.   

Leggi tutto...
 
Dove portare l'olio usato a Bologna?

Non sono tantissimi i posti dove è possibile consegnare l'olio avanzato della propria cucina. Ci sono alcuni quartieri della città sicuramente più penalizzati di altri.  Visualizza la mappa, dei punti di raccolta oppure cerca nell'elenco che segue la stazione ecologica che ti è più comoda.

raccoglitori olio vegetale fritto bologna

Leggi tutto...
 


Meteo

 
Joomla 1.5 Templates by Joomlashack